Le Vie dell'Acqua Fresca  

Home Le Nostre Vie

Mulini di Stalis - Gruaro

E’ un complesso molitorio di origine medievale che si incontra lungo il nostro itinerario, appena entrati ne territorio del Comune di Gruaro. Deve il nome alla presenza in zona di stalle (lat. Stabulis). Si tratta di due mulini sul fiume Lemene, il più antico è citato per la prima volta in documenti del 1432, mentre il più recente risale alla fine del XIX sec. Il complesso era legato all'Abbazia di Sesto al Reghena, ma la sua collocazione lungo il  percorso che la univa a  Cordovado lo rendeva parte della vita economica e sociale di entrambi i borghi e di altri vicini. mulini di StalisFin dal Quattrocento funzionavano al suo interno sia la macina da cereali, sia la sega da legname e pestelli per battere le fibre di lino. Dal Seicento in poi la proprietà passò alla famiglia portogruarese dei Tasca; un secolo più tardi si aggiunsero alle attività già presenti la follatura della lana e la pilatura dell’orzo. E' rimasto in funzione fino agli anni ‘70. L’aspetto odierno risulta modificato rispetto all’originale, sia per la demolizione di alcuni fabbricati, sia per i cambiamenti del corso dell’acqua che ha comportato la scomparsa di alcuni isolotti fluviali. Il mulino oggi è sede di una piccola esposizione di macchinari risalenti agli anni ’20; inoltre, è stata recentemente rimessa in funzione una delle ruote.
La forza dell'acqua che un tempo faceva girare anche  sei ruote è tuttora ben visibile e vale la visita anche il paesaggio circostante, caratterizzato dalla presenza di campi chiusi, tipici della tradizione friulana, che, insieme alla roggia che si incontra arrivando, con le sue acque cristalline e il fondo di ghiaia bianca, rendono dei Mulini e i dintorni un luogo naturalistico particolarmente suggestivo.

Pedalando si impara
Copyright © 2013 I.P.S.I.A. "Mons. Vittorio D'Alessi - Portogruaro (VE)